WeChat rivoluziona il mercato: le nuove app disponibili direttamente su cloud

mini programmi di wechat su cloud

Il mondo della telefonia e degli smartphone potrebbe ricevere un vero e proprio scossone dopo l’ultima mossa di Tencent, la società che ha creato WeChat, il social network che ad oggi conta circa 840 milioni di utenti attivi. Nello specifico Tencent ha lanciato nuovi mini programmi, una serie di app che non hanno bisogno di essere installate sugli smartphone, ma che vengono conservate direttamente su cloud. I vantaggi sono evidenti soprattutto per la memoria dello smartphone, che diventerebbe molto più ampia.

Un mondo “chiuso” a 360 gradi dove trovare di tutto

Già oggi all’interno WeChat è possibile eseguire una lunga serie di operazioni. Si può fare lo shopping più sfrenato: dall’acquisto del biglietto del treno alla prenotazione dell’albergo, dal pagamento di una bolletta all’ordinazione del cibo.

Pony Ma, presidente della Tencent, ha spiegato che l’idea era inizialmente di chiamare questi programmi App Account, ma la Apple ha posto il veto. Da qui l’idea di chiamarli mini programmi, che vengono conservati direttamente su cloud lasciando libera la memoria dello smartphone.

Utilizzando questi mini programmi è quindi possibile eseguire le operazioni più disparate, dalla condivisione di video con amici alla modifica di foto, fino al servizio di traduzione direttamente tramite WeChat. Si tratta di un mondo completamente “chiuso” dove trovare di tutto, e non sarà necessario neanche accedere ai motori di ricerca.

Come attivare i mini programmi su WeChat

Per attivare i mini programmi su WeChat è sufficiente eseguire una scansione di un codice qr, cioè la trasposizione grafica di un link. In questo modo ogni azienda può interagire con tutti i potenziali utenti. Di questo passo WeChat potrebbe diventare l’unica applicazione installata su tutti gli smartphone cinesi.

Il guanto di sfida ai colossi del web, come Apple e Google, è stato definitivamente lanciato, per uno scontro totale che si preannuncia senza esclusione dei colpi.

Lascia un commento

*