Twitter cerca nuovi fondi: approda la pubblicità su Periscope

Twitter cerca nuovi fondi: approda la pubblicità su Periscope

Twitter proverà ad ottimizzare al massimo Periscope, l’app dedicata ai live video che ha avuto un grande successo tra gli utenti. Il social network prevede l’inserimento di pubblicità all’interno dei video in diretta su Twitter, sia prima di visualizzare il live streaming sia prima di un filmato già archiviato. Twitter sta vivendo un periodo particolarmente complicato, ed anche gli introiti relativi alla pubblicità stanno subendo dei cali. Per gli stessi editori si tratta di una nuova opportunità da sfruttare per rendere virale la diffusione dei propri contenuti.

Come funziona la gestione delle pubblicità su Periscope?

Gli introiti delle entrate pubblicitarie saranno così suddivise: il 30% verrà trattenuto da Twitter, mentre il restante 70% andrà nelle casse dei creatori dei video. Il progetto però al momento prevede l’inserimento delle pubblicità solo nei video con un’alta cassa di risonanza, come le sfilate di moda di brand importanti ed eventi sportivi molto seguiti.

Ancora non è chiaro se questo servizio verrà messo a disposizione anche degli utenti o delle aziende con profili più bassi, probabilmente Twitter prima di prendere una decisione in merito vorrà testare questa nuova funzionalità. Gli inserzionisti dovranno anche iscriversi ad Amplify, il servizio che gestirà le pubblicità.

L’invasività delle pubblicità non sarà un problema

Si teme che le pubblicità nei video live streaming su Twitter rischino di diventare eccessivamente invadenti o aggressive, avendo un’incidenza negativa sulla visibilità del video stesso. Un problema che Twitter si è posto, quindi le pubblicità più lunghe potranno essere interrotte e saltate a piè pari.

Inoltre la lunghezza delle pubblicità sarà variabile, ma è ovvio che gli stessi inserzionisti dovrebbero optare per una durata non eccessiva per non allontanare l’utente. I live streaming stanno andando fortissimo sui social network, molti dei quali stanno seguendo la strada della pubblicità nei video in diretta per monetizzare ulteriormente. Con questa mossa, Twitter spera di tirarsi fuori dalle secche di una crisi che lo attanaglia ormai da diversi mesi.

Lascia un commento

*