Su Twitter arriva Bookmarks, il segnalibro digitale per conservare i tweet

Su Twitter arriva Bookmarks, il segnalibro digitale per conservare i tweet

Twitter ce la sta mettendo tutta per uscire dalla crisi in cui è sprofondato, e l’ultima trimestrale positiva dà finalmente segnali di ripresa. Dopo il lancio del tweet a 280 caratteri, il social dell’uccellino blu è pronto a introdurre una nuova funzionalità: Bookmarks. Letteralmente significa “segnalibri”, e serve appunto per poter mettere una nota ad un tweet in modo da poterlo avere sempre a portata di mano.

Come funziona Bookmarks?

Quante volte ti è capito di leggere un tweet piacevole e divertente, e di non ritrovarlo più quando ne avevi bisogno? Con Bookmarks risolverai questo problema, poiché potrai salvare i tuoi tweet preferiti in totale anonimato.

Per il momento infatti c’è solo una possibilità per salvare il tweet, cioè mettere un “mi piace”. In questo modo però il tweet apparirà sul tuo profilo ed anche sulla tua timeline, quindi tutti gli altri utenti potranno visualizzarlo. Inoltre la persona che ha scritto il tweet riceverà una notifica, insomma non proprio il massimo della privacy

Bookmarks invece è stato pensato e ideato proprio per salvaguardare la privacy degli utenti. Il suo funzionamento è estremamente semplice: sarà sufficiente cliccare sul pulsante a tre pallini presente sotto ogni tweet, e cliccare sulla voce “add to Bookmarks”. In questo modo potrai salvare in totale tranquillità i tuoi tweet preferiti, e rileggerli in un secondo momento quando ne avrai voglia.

Recentemente Tina Koyama, product designer di Twitter, ha anche postato sul social un’anteprima del funzionamento di questa nuova applicazione. Secondo i programmatori di Twitter sempre più utenti richiedono questa funzione, che naturalmente dovrebbe aumentare ulteriormente l’appeal del social.

Quando arriverà Bookmarks?

Per il momento Bookmarks è ancora in fase di sperimentazione, quindi una data precisa del suo debutto su Twitter non è ancora stato ufficializzata. Twitter però punta molto su questa funzionalità, quindi avendola apertamente pubblicizzata gli utenti non dovrebbero aspettare molto tempo per usufruire di questo segnalibro digitale.

Lascia un commento

*