“Siamo sicure!”, 5 app per difendersi dalla violenza sulle donne

“Siamo sicure!” è la nuova campagna patrocinata dal Telefono Rosa contro la violenza sulle donne. Purtroppo femminicidi e stalking sono storie all’ordine del giorno, e questa iniziativa si propone di offrire un valido alleato alle donne che possono trovarsi in serio pericolo.

L’interfaccia della piattaforma per difendersi dai pericoli

Sono presenti 5 app molto utili, da usare in base al potenziale pericolo, e la piattaforma ha un’interfaccia molto facile ed intuitiva. Con il tasto rosso si attiva un allarme sonoro ed una torcia; con il tasto azzurro si avvia in automatico la chiamata d’emergenza; con il tasto arancione si invia un sms contenente una richiesta di aiuto e la posizione geografica a dei numeri preselezionati; con il tasto viola si può leggere un decalogo delle regole da seguire in situazioni di allarme.

Le 5 app contro la violenza sulle donne

La piattaforma contiene ben 5 app, che possono essere molto utili alle donne per difendersi dai malintenzionati a seconda delle circostanze.

SecurWoman può essere attivato con un abbonamento al costo di 2,99 euro al mese, e permette semplicemente scuotendo il cellulare di inviare una richiesta di soccorso alla centrala operativa. Se l’utente non dovesse rispondere, allora verranno contattate direttamente le forze dell’ordine che avranno a disposizione anche le coordinate geografiche.

Stalking Buster permette di fare telefonate o di inviare sms semplicemente cliccando il tasto “Sos 112”, al numero unico europeo per le emergenze. Cliccando il tasto “Sos Stk” invece verrà chiamato il numero di emergenza preimpostato dall’utente. Infine cliccando il tasto “Sos Sms” si invia un messaggio all’unità antistalking con la posizione sulla mappa.

Shaw è molto simile all’app precedente, ma di fatto offre due funzionalità: permette di chiamare il 112 oppure il 1522 (numero promosso dal dipartimento delle Pari opportunità), ed inoltre fornisce alle donne informazioni da un punto di vista legale sullo stalking.

Infine Where ARE U?, realizzata dall’Azienda regionale emergenza urgenza (AREU) della Lombardia, consente di telefonare il 112 inviando la propria posizione, con la possibilità anche di fare una telefonata muta segnalando il tipo di soccorso richiesto tramite i tasti.

Lascia un commento

*