Samsung Galaxy pieghevole: prezzo stellare per uno smartphone da sogno

Samsung Galaxy pieghevole: prezzo stellare per uno smartphone da sogno

Uno smartphone che si piega naturalmente senza provocare alcun danno né alle componenti esterne né alle componenti interne: è questo il sogno ambizioso di Samsung ormai da diversi anni. Mai come questa volta però il sogno, ritenuto fino a poco tempo fa un’illusione, potrebbe trasformarsi in realtà. La casa sudcoreana con una certa sfrontatezza ha infatti comunicato che i suoi ingegneri sono davvero vicini alla realizzazione di questo progetto futuristico e grandioso. Ormai la tecnologia nel settore della telefonia ha fatto passi da giganti, quindi secondo gli esperti le potenzialità per realizzare questo smartphone da sogno ci sono tutte, basta semplicemente applicarle.

Samsung Galaxy pieghevole: “rumors” sulla data d’uscita e sul prezzo

Samsung ha sempre mantenuto il massimo riserbo sul progetto, lasciando trapelare poco o nulla. Gli analisti ritengono però che questo gioiello di tecnologia possa essere commercializzato addirittura quest’anno, a partire già da novembre. Altre indiscrezioni sostengono che la produzione di massa dovrebbe continuare fino ai primi mesi del 2019. Si vocifera che potrebbero essere rilasciai 500.000 modelli, per poi valutare la risposta del pubblico.

Una cosa è certa: non sarà un modello accessibile per tutte le tasche. Anche sul prezzo Samsung si è trincerata dietro un laconico “no comment”. Tuttavia Kim Jang-yeo, il responsabile di ricerca della Golden Bridge Investment, ha ipotizzato che il prezzo del futuro Samsung Galaxy pieghevole potrebbe aggirarsi sui 2 milioni di won, l’equivalente di circa 1.600 euro. Il prezzo così elevato dipende dalla presenza di due pannelli per l’utilizzo interno e di uno esterno, collegati da alcune micro cerniere.

Le possibili caratteristiche tecniche del Samsung Galaxy pieghevole

Stando sempre alle indiscrezioni il dispositivo dovrebbe essere formato da due schermi frontali da 4,5 pollici, uniti da una cerniera capace di trasformarsi in un unico pannello da 7,3 pollici di diagonale. Sul lato posteriore dello smartphone è previsto il terzo pannello, che dovrebbe rendere possibile l’utilizzo del dispositivo quando è ripiegato su se stesso. Sarà una vera rivoluzione del mondo della telefonia, che inciderà anche sulla produzione degli altri brand principali del settore.

Lascia un commento

*