Arriva Ping-Ram, il social network con le persone intorno a te

rete social

I social network hanno rivoluzionato il mondo della comunicazione moderna fornendo nuove modalità di interazione. Facebook, Instagram, Twitter, Badoo, Tinder: ognuno può utilizzare il social preferito per lanciare un video, presentare un prodotto o un servizio oppure addirittura incontrare l’anima gemella. E se tutti questi social venissero racchiusi in un’unica app dove visualizzare i profili più interessanti? É esattamente quello che hanno pensato tre giovani milanesi, che l’anno scorso proprio di questi tempi hanno ideato e successivamente sviluppato Ping-Ram, il social “made in Italy” per conoscere i profili social più interessanti nelle zone limitrofe rispetto alla propria posizione.

Come funziona Ping-Ram?

La piattaforma è dotata di un radar che mostra le 10 persone più popolari in un raggio prestabilito rispetto alla propria posizione attuale. La popolarità deriva dai ping, dalle visualizzazioni del profilo e dai clic sui social ricevuti nelle 24 ore. Una volta avviata la ricerca è possibile accedere ad una lista dei profili social più interessanti e seguiti nella zona limitrofa, provando quindi a stabilire un contatto.

La ricerca ovviamente segnala solo i profili iscritti a Ping-Ram, che mostra tutti gli account social di quell’utente. Se l’utente invia la posizione o accetta la richiesta di contatto, nel suo profilo compare una mappa che consente di raggiungere la sua posizione e quindi incontrarlo di persona.

Privacy e community di Ping-Ram

I radar di Ping-Ram sono progettati unicamente per non mostrare la posizione precisa, ma solo la distanza tra gli account generando una localizzazione spazio-temporale senza riferimenti. Ping-Ram inoltre consente di condividere le proprie storie e le proprie immagini in un preciso raggio di geolocalizzazione, in modo da acquisire maggiore popolarità e generando maggiore traffico e visualizzazioni sui propri profili social.

Attualmente Ping-Ram è disponibile unicamente per iPhone, ma ben presto dovrebbe approdare su tutti i dispositivi Android. L’app “made in Italy” nel frattempo continua a scalare posizioni tra le applicazioni gratuite dell’estate 2018.

Lascia un commento

*