Openbook, il dock che trasforma lo smartphone in un notebook

Openbook, il dock che trasforma lo smartphone in un notebook

Gli smartphone, nonostante tutte le loro funzionalità, rispetto ai computer hanno inevitabilmente un display più piccolo che non permette di usufruire al massimo dell’esperienza visiva di app, giochi, video e foto. Per ovviare a questo problema, Cloud Media, una start-up di Honk Kong, ha realizzato Openbook. Si tratta di un dispositivo proposto in crowdfunding e disponibile sulla piattaforma Kickstarter. Funge come un pratico dock a cui è possibile collegare il proprio smartphone Android, che si trasforma in un vero e proprio notebook molto utile soprattutto per i professionisti che lavorano in mobilità.

Le caratteristiche tecniche di Openbook

Openbook ha uno schermo da 14 pollici (1366×768 pixel), una tastiera QWERTY, un touchpad, una porta USB per collegare lo smartphone, una porta USB 3.0, una slot microSD, un jack audio da 3,5 millimetri, altoparlanti stereo e una batteria da 10.000 mAh che assicura una lunga autonomia.

Questo dispositivo è totalmente privo di processore, RAM e storage, poiché utilizza quelli dello smartphone. Openbook non ha neanche un sistema operativo, in quanto usa Android prendendolo a prestito proprio dallo smartphone.

In pratica Openbook trasforma lo smartphone in un notebook dotato di tastiera fisica e con un display molto più ampio. Per modificare l’interfaccia originale è necessaria l’app Leena Desktop UI Pro.

Come utilizzare Openbook

In base ai dati forniti dall’azienda per poter utilizzare Openbook sono necessari i seguenti requisiti dello smartphone: un processore quad core a 1,5 GHz, 2 GB di RAM, una porta USB Type-C o una micro USB con supporto USB OTG, 50 MB di storage e almeno Android 5.0 come sistema operativo.

Stando a questi dati sarà possibile collegare ad Openbook tutti i dispositivi compatibili con la tecnologia DisplayLink, tra cui dovrebbero quindi rientrare anche i computer ed i notebook dotati di Windows, macOS e Linux. Sarà sufficiente scaricare i driver dal sito ufficiale e sfruttare la connettività dello smartphone, dal WiFi al Bluetooth fino al 3G/4G per collegarsi. Il dispositivo dovrebbe essere commercializzato a partire da dicembre con un prezzo di 129 dollari, ma è previsto uno sconto di 20 dollari per i primi 50 acquirenti.

Lascia un commento

*