Le porte dell’auto in futuro si apriranno con l’iPhone

In futuro apriremo l'auto con l'iPhone con la tecnologia Nfc

Se oggi dimentichiamo le chiavi dell’auto o di casa è un bel guaio, poiché non abbiamo modo di aprire le porte. Tra qualche mese però potrebbe bastare un semplice iPhone per sbloccare qualsiasi porta. Tutto questo sarebbe possibile grazie alla tecnologia Nfc, che consente lo scambio di informazioni tra due dispositivi senza alcun contatto. La tecnologia appartiene ad Apple, che finora non ha mai consentito di utilizzarla a terze parti. Adesso però l’azienda di Cupertino, secondo quanto riferisce The Information, sarebbe pronta ad introdurre questa grande rivoluzione nella vita moderna.

Come funziona la tecnologia Nfc

Al momento la Nfc (Near field communication) è presente sugli iPhone 6 e sui modelli successivi. Grazie ad essa è possibile effettuare pagamenti nei negozi fisici, semplicemente avvicinando l’iPhone alla cassa. Una funzione molto utile, poiché non è necessario avere con sé contanti né tirare fuori il portafoglio.

Dovrebbe essere usata la stessa metodologia anche per aprire le porte, avvicinando semplicemente il melafonino alla serratura. Non è ancora chiaro se la tecnologia sfrutterà le impronte digitali, oppure il riconoscimento facciale.

La tecnologia Nfc è molto più veloce e sicura del Bluetooth, e basta un semplice tocco per effettuare l’operazione. Per aprire le porte potrebbe essere sufficiente inserire nell’elenco dei contatti un codice specifico.

Test già avviati dai dipendenti di Apple

A quanto pare i dipendenti di Apple stanno già testando la tecnologia Nfc, utilizzata per aprire le porte della nuova sede aziendale. Il progetto è quindi avanzatissimo, ed il servizio potrebbe essere già installato nel prossimo aggiornamento di iOS 12.

Con questa funzionalità sarà possibile aprire non solo le porte di casa o dell’auto, ma anche di un ufficio, di una palestra, di un negozio, di una camera d’albergo, di un armadietto, ecc. Attorno agli accessori legati al chip Nfc potrebbe crearsi un mercato molto interessante per le aziende di riferimento. La presentazione della nuova funzionalità è prevista al WorldWide Developers Conference, in programma a San Josè dal 4 all’8 giugno.

Lascia un commento

*