I nuovi MacBook Pro avranno più RAM ed una tastiera a farfalla di terza generazione

MacBook Pro

Apple ha rinnovato la linea dei MacBook Pro migliorando alcune funzionalità. I nuovi laptop da 13 e 15 pollici saranno aggiornati con una RAM più ampia ed una tastiera rinnovata di terza generazione, per superare i problemi sorti negli ultimi mesi.

Le caratteristiche tecniche dei nuovi MacBook Pro di Apple

I nuovi MacBook Pro di Apple dovrebbero essere commercializzati a partire dal prossimo mese di settembre, con dei nuovi processori Intel i7 ed i9 di ottava generazione disponibili in diverse configurazioni fino a 6 core per il modello da 15 pollici.

Apple assicura che l’incremento della velocità al massimo delle prestazioni sarà addirittura superiore al 70% rispetto ai precedenti modelli. I MacBook Pro da 13 pollici saranno invece dotati di processori quad-core capaci di arrivare ad un aumento del 50% della velocità di calcolo. I processori saranno affiancati da nuovi chip Apple T2, che permettono di gestire autonomamente e senza problemi il servizio “Hey Siri”.

Sarà inoltre disponibile il supporto per configurazioni RAM fino a 32 GB di memoria, grazie all’utilizzo di banchi DDR4 al posto dei LPDDR3. Questa modifica potrebbe causare un aumento delle richieste energetiche, perciò Apple ha inserito rinnovate batterie da 7 watt. Di particolare interesse l’inserimento di display TrueTone, già utilizzati nell’iPhone e nell’iPad Pro e capaci di rendere i colori più vividi e di assicurare una frequenza di aggiornamento più elevata.

La tastiera a farfalla di terza generazione

Le tastiere degli ultimi modelli del MacBook Pro hanno presentato diversi problemi, con tasti che si bloccano o addirittura si staccano dai loro alloggi. Questa situazione ha portato ad una class action degli utenti contro la Mela Morsicata, che è corsa ai ripari introducendo una tastiera a farfalla di terza generazione.

Questo meccanismo garantirà una digitazione più morbida, fluida e silenziosa, che dovrebbe mettere la parola fine ai problemi presentati dalle tastiere dei dispositivi precedenti.

Lascia un commento

*