Google Maps si rinnova: arrivano le mappe della metropolitana

Google Maps si rinnova: arrivano le mappe della metropolitana

Google Maps da tempo è diventato un prezioso alleato per chi viaggia in auto, ma in generale per chi ha bisogno di avere informazioni sui percorsi nelle città. L’ultima funzione introdotta dal servizio riguarda la mappatura completa delle linee della metropolitana, per aiutare gli utenti a conoscere le tratte e le coincidenze per poter così sviluppare il proprio percorso senza perdite di tempo.

Ogni singola tratta ha un proprio colore, in modo da poterla distinguere e pianificare il proprio percorso in maniera semplice ed intuitiva. L’obiettivo finale è quello di fornire un servizio completo ed esaustivo per tutti coloro che si muovono a piedi o con i mezzi pubblici, ed inoltre sono integrati anche altri servizi come quelli di Uber e mytaxi.

Mappe della metropolitana: in quali città è attivo il servizio?

Al momento le nuove funzionalità di Google Maps, come confermato da alcuni utenti, sono state aggiunte nelle città di Shinjuku, Tokyo, Yokohama, Osaka e Tanukikoji in Giappone, e per alcune linee di Washington D.C. negli Stati Uniti.

Sembrava che in Italia non fossero ancora giunte le mappe metropolitane di Google Maps, ma è stato confermato da poco che invece sono comparse sul servizio dell’azienda di Mountain View le linee metropolitane di Roma. In effetti Google Maps precedentemente suggeriva i tragitti più veloci per raggiungere determinate destinazioni, ma non aveva mai fornito le piantine delle stazioni all’interno delle mappe.

Mappe metropolitane di Google Maps ancora in fase di testing

Come da sua consuetudine Big G ha avviato una fase di testing in diverse zone del mondo, per testare le reazioni degli utenti in modo da capire se proseguire o meno con il progetto. Dai primi feedback sembra che gli utenti abbiano apprezzato le novità presenti in Google Maps, che sta diventando sempre più un punto di riferimento per chi vuole spostarsi nelle città di tutto il mondo in totale autonomia. Probabilmente nel giro di poche settimane questa nuova funzione sarà disponibile per tutti gli utenti di Google Maps.

Lascia un commento

*