Galaxy Note 7, la Samsung ritira dal mercato lo smartphone che esplode

samsung galaxy 7 note ritiro

“Se c’è una piccola possibilità che qualcosa andrà male, allora andrà male”– recita la legge di Murphy. È esattamente ciò che è successo alla Samsung durante il lancio del Galaxy Note 7, il suo ultimo gioiellino.

Lo smartphone si è rivelato un vero e proprio disastro a causa dei problemi di surriscaldamento della batteria, che in alcuni casi è esplosa provocando addirittura degli incendi. La Samsung ha immediatamente effettuato una campagna di richiamo, ritirando dal mercato tutti i modelli, ma la situazione è caotica e confusionaria.

Il comunicato della Samsung pieno di incognite

La Samsung ha rilasciato un comunicato in cui invita tutti i possessori di un Galaxy Note 7 a spegnerlo, e di restituirlo in cambio di un dispositivo sostitutivo in attesa di risolvere il problema. Sembrerebbe tutto liscio ma così non è, poiché la situazione è assolutamente caotica e ci sono molte domande senza risposte.

Gli utenti che hanno un Galaxy Note 7 si sono recati presso i negozi dove l’hanno acquistato, ma i commercianti hanno comunicato che dovevano rivolgersi direttamente alla casa madre. La Samsung, a sua volta, ha invitato i clienti a rivolgersi direttamente ai negozi dove hanno acquistato lo smartphone.

Insomma è un cane che si morde la coda, e già si calcola che questo pasticcio potrebbe costare all’azienda sudcoreana diverse centinaia di milioni di euro in tutto il mondo. Tuttavia il danno più serio potrebbe essere quello d’immagine. In Italia il problema è piuttosto limitato, poiché nel giorno in cui il Galaxy Note 7 è stato messo in vendita nel Belpaese, la Samsung ne ha deciso il ritiro.

Galaxy Note 7: il mistero della batteria “esplosiva”

Il problema è tutt’altro che secondario, poiché sembra che il Galaxy Note 7 abbia problemi di surriscaldamento in fase di carica. Ci sono stati casi in cui la batteria è esplosa ed è andata subito a fuoco, provocando incendi in auto, alberghi e garage.

Per motivi di sicurezza la Samsung ha ritirato il modello per studiarne il malfunzionamento, ma potrebbe volerci ancora tanto tempo prima di individuare il problema, con buona pace di chi ha malauguratamente deciso di acquistare un Galaxy Note 7.

Lascia un commento

*