Facebook si aggiorna: nuovi strumenti per ascoltare musica e combattere le fake news

Facebook si aggiorna: nuovi strumenti per ascoltare musica e combattere le fake news

Sono due le funzionalità che Facebook sta testando prima di estenderle per tutti gli utenti del social network. La prima riguarda una nuova fruizione della musica, con l’integrazione di Apple Music a Messenger; la seconda invece permette agli utenti di approfondire maggiormente il contenuto di un articolo, per contrastare in maniera più efficace le fake news.

L’integrazione di Apple Music in Messenger

Apple Music sarà integrato con il servizio di Messenger, e permetterà agli utenti di condividere la musica, ma anche di ascoltare i propri brani preferiti. In realtà non si tratta di una novità assoluta, dal momento che i dirigenti di Facebook avevano avanzato questa ipotesi nel corso dell’appuntamento F8 del social.

Per poter utilizzare questa nuova applicazione gli utenti naturalmente dovranno essere abbonati ad Apple Music. In alternativa potranno condividere unicamente uno spezzone di 30 secondi di un brano selezionato. Per attivare questa funzionalità sarà sufficiente cliccare il tasto “+” presente all’interno della chat di Messenger, e selezionare successivamente l’estensione di Apple Music.

Una delle particolarità è rappresentata dal fatto che il bot di Apple Music fornirà dei suggerimenti musicali in base alle emoji selezionate.

Come scovare una fake news

Le fake news sono diventate un problema molto serio per Facebook e per il mondo dei social in generale. L’azienda di Mountain View ha annunciato una lotta senza quartiere alle bufale, ed ha introdotto una nuova funzionalità molto utile.

Leggendo un articolo sarà possibile avere maggiori informazioni al riguardo. Cliccando l’apposito pulsante, chiamato Article Context, sarà fatta una sorta di radiografia dell’articolo. Verranno forniti ulteriori dati come il nome dell’autore, dell’editore, gli argomenti correlati, notizie relative al sito, ecc.

Questa funzionalità dovrebbe dotare gli utenti di maggiori strumenti per individuare le notizie false, prevenendone quindi la condivisione in massa e la diffusione virale. Anche questa funzione è in fase di testing, ma se i feedback degli utenti dovessero essere positivi allora il servizio verrà ulteriormente implementato e migliorato.

Lascia un commento

*