Facebook ottimizza il News Feed: più spazio alle interazioni tra persone

Facebook ottimizza il News Feed: più spazio alle interazioni tra persone

Facebook continua a cambiare pelle, ed annuncia ulteriori novità nella struttura della News Feed personale. Analizzando l’andamento degli ultimi tempi i dirigenti del social network hanno rilevato che c’è sempre meno spazio per le interazioni personali, mentre sulla piattaforma pullulano video e messaggi pubblicitari che possono essere considerati “passivi”. Facebook vuole invece tornare ad essere un luogo “familiare”, dove interagire maggiormente con amici, parenti e familiari.

Come cambia il News Feed di Facebook?

Lo stesso Mark Zuckerberg, con un post, ha annunciato una modifica dell’algoritmo che gestisce le News Feed. In breve sarà data una corsia preferenziale ai post di amici e parenti che generano discussioni e maggiori interazioni, penalizzando invece i contenuti considerati “passivi”.

I messaggi ed i contenuti che hanno un alto livello di interazione saranno sospinti in alto, in modo da favorire l’intervento di altre persone ed aumentare così il coinvolgimento sul social. In seguito a questo aggiornamento l’algoritmo scandaglierà le varie discussioni, ed in base al potenziale livello di interazione e di coinvolgimento le premierà con una maggiore visibilità.

Facebook dichiara guerra anche all’engagement bait, cioè quella tecnica che spinge gli utenti a mettere mi piace o a commentare solo per aumentare il rating del post. Al bando anche messaggi condivisi dalle aziende e dai media, i video ed i messaggi pubblicitari.

Tempo più di qualità che di quantità su Facebook

Nel suo post Mark Zuckerberg ha scritto di essere consapevole che questo nuovo algoritmo spingerà le persone a passare meno tempo sul social network; in compenso ci sarà una maggiore qualità nella navigazione e nella fruizione sulla piattaforma. Se oggi per esempio stiamo 2-3 ore su Facebook a leggere notizie, guardare video e consultare qualche offerta, da domani magari staremo solo un’ora, ma chiacchiereremo con un amico o forse saremo coinvolti in un dibattito piuttosto interessante. Non resta che aspettare un po’ per scoprire che Facebook fa…

Lascia un commento

*