Cos’è Musical.ly, il nuovo social musicale che minaccia Facebook

Cos'è Musical.ly, il nuovo social musicale che minaccia Facebook

Come il vecchio leone è costretto a farsi da parte per dare spazio alle nuove leve, allo stesso modo Facebook è sempre più minacciato dai nuovi social che sembrano piacere di più ai giovani e giovanissimi, i cosiddetti Millenials. Attenzione però, il ruggito di Facebook si sente ancora forte e chiaro in tutto il web, ma è indubbio che ultimamente sta iniziando a perdere colpi. Gli adolescenti in modo particolare non amano molto Facebook, perché l’idea che i propri genitori possano controllarli spiando il loro profilo non è proprio il massimo. Ecco quindi che si stanno facendo strada diversi nuovi social network, dove i ragazzini possono costruirsi uno spazio tutto loro in cui gli “adulti” non possono entrare.

Musical.ly, il nuovo social musicale che sta spopolando tra i giovani

Uno dei social che sta riscontrando il maggior successo è Musical.ly, acquistato ultimamente dalla società cinese Bytedance. Quest’app consente di riprodurre video in playback delle principali hit del momento, della durata di massimo 15 secondi. Gli utenti possono ballare e simulare il canto, con l’opportunità di inserire filtri ed effetti particolari. Già dalla struttura del social si capisce che è pensato principalmente per i teenager ed i giovanissimi.

I numeri sono impressionanti: attualmente si contano circa 200 milioni di utenti in tutto il mondo, prevalentemente ragazzine di 15-16 anni. Molti youtuber hanno già intuito le grandi potenzialità di Musical.ly, arrivando a monetizzare ingenti quantità di denaro.

Musical.ly, un fenomeno che spopola anche in Italia

Il social network non ci ha messo molto ad approdare anche in Italia, dove si contano 4 milioni di iscritti che passano mediamente almeno 30 minuti al giorno, creando quotidianamente ben 12 milioni di video. Diversi i “muser” famosi anche in Italia, giovanissimi che hanno cavalcato l’onda del successo grazie a questo innovativo social.

Musical.ly è collegato alla piattaforma di live streaming Live.ly, tramite la quale i fan possono inviare da 5 centesimi a 50 dollari per acquistare le emoji o per essere citati durante le loro esibizioni. Attorno a questo social si è generato un mercato non indifferente, considerando che i primi dieci autori di Live.ly nel 2016 hanno messo insieme la bellezza di 90mila dollari al mese.

Lascia un commento

*