Assicurazione tablet? Si può, ecco le varie tipologie di polizze

Il tablet sta diventando un dispositivo sempre più utilizzato nel mondo del lavoro, poiché è facile e leggero da portare, permette di leggere e scrivere e-mail, di aprire documenti ed all’occorrenza è l’ideale anche per leggere un libro.

C’è un ventaglio molto ampio per la scelta dei tablet, che hanno dei prezzi che vanno dai 100 fino ai 1.000 euro. Può quindi essere considerato un bene di valore, ed in quanto tale va assicurato. Scopriamo come assicurare un tablet per mettersi al riparo da danni e malfunzionamenti.

Come assicurare un tablet dopo la fine della garanzia?

Solitamente i tablet hanno una garanzia di due anni dall’acquisto. Nel caso in cui si dovessero verificare malfunzionamenti nel dispositivo, è possibile chiederne la riparazione oppure nei casi più gravi anche la sostituzione.

Se la riparazione o la sostituzione non dovessero essere possibili, allora l’utente ha diritto ad una riduzione del prezzo oppure a ricevere indietro una somma in base al valore del tablet, dopo averlo restituito.

Il problema dell’assicurazione tablet si pone naturalmente nel momento in cui scadono i due anni di garanzia. In questi casi bisogna stipulare una polizza tablet per coprire le spese di riparazione, che hanno una durata di tempo stabilita nel contratto. Il risarcimento danni va commisurato in base al valore del dispositivo, in caso di furto o smarrimento. Le assicurazioni tablet si stipulano direttamente con le compagnie assicurative specializzate, e non con i rivenditori.

Le varie tipologie di assicurazione tablet

Esistono due modalità per assicurare i tablet: l’assicurazione classica e l’assicurazione viaggio. La prima prevede la stipula di un contratto, che solitamente dura un anno, con il quale la compagnia si impegna a pagare gli eventuali danni ed i guasti al tablet, oppure a risarcire il bene in caso di furto o smarrimento.

La seconda invece offre le stesse garanzie dell’assicurazione classica, con la differenza che la copertura è limitata alla durata del viaggio.

Lascia un commento

*