Arriva l’assistente Google, il maggiordomo virtuale dei tablet Android

Arriva l'assistente Google, il maggiordomo virtuale dei tablet Android

La battaglia dei colossi tecnologici sembra essersi spostata sul campo dell’intelligenza artificiale, la nuova frontiera della tecnologia che ha enormi potenzialità ancora inespresse, anche se di passi in avanti ne sono stati fatti parecchi. La dimostrazione è l’assistente Google, il fiore all’occhiello del gruppo di Mountain View che è pronto a fare il suo debutto anche sui tablet, già disponibile su una gran quantità di dispositivi come orologi, telefoni, altoparlanti smart, ecc. L’annuncio è stato dato direttamente sul sito ufficiale di Google, che comunica ai fan questa interessante novità.

Assistente Google sui tablet: quali sistemi operativi supporta?

L’assistente Google, le cui funzionalità sono note in Italia da almeno un mese, approderà su tutti i tablet con Android 7.0 Nougat o Android 6.0 Marshmallow, ed anche sugli smartphone con Android 5.0 Lollipop. Il rollout avrà inizio a partire dalla prossima settimana, e per il momento l’assistente Google dovrebbe essere disponibile solo per gli Stati Uniti e per tutti i dispositivi con la lingua inglese attivata.

Il rollout per gli smartphone inizierà invece per i dispositivi con lingua inglese negli Stati Uniti, in India, Australia, Canada e Singapore; per i dispositivi in lingua spagnola invece il rollout partità dalla Spagna, dall’Italia, dal Giappone, dagli Stati Uniti, dal Messico, dal Brasile, dalla Germania e dalla Corea.

Le funzionalità dell’assistente Google

L’assistente Google si propone quindi di essere una sorta di maggiordomo per il tablet, fornendo delle applicazioni integrate direttamente all’intelligenza artificiale. Innanzitutto è garantito il supporto ai comandi vocali, una funzionalità molto importante quando si hanno le mani impegnate o quando si sta svolgendo qualche altra attività.

Si può ad esempio creare un promemoria per tenere a mente le cose da fare, o semplicemente per stilare la lista della spesa. Inoltre sarà possibile controllare i contenuti multimediali riprodotti oppure monitorare gli impianti smart nella propria abitazione. Per sapere se è il caso di portarsi l’ombrello o meno, basta consultare l’assistente Google per avere una rapida panoramica sulle previsioni meteo.

Lascia un commento

*