5 cose che non dovresti mai pubblicare su Facebook

facebook

Facebook permette di condividere informazioni e dati in molti modi, nonostante questa flessibilità, ci sono delle cose che non dovresti mai condividere, il motivo è molto semplice: puoi aggiungerci tutti i filtri che vuoi, ma la sicurezza tua e dei tuoi cari può essere sempre e comunque in pericolo.

1. La tua data di nascita
Ti chiederai, ma che problema c’è nel pubblicare la data di nascita? in effetti a prima vista nessuno, ma se pensi che altri servizi come Gmail, Outlook e lo stesso Facebook chiedono proprio la data di nascita come dato per recuperare la password, capirai che non è proprio conveniente condividere questo dato, se non la metti, crei un ostacolo in più ai malintenzionati che potrebbero hackeare il tuo account, tanto alla fine, gli amici veri e i famigliari lo sanno già quand’è il tuo compleanno.

2. Elementi che possono portare alla tua password
Come si chiama il tuo cane? Qual è il cognome di tua madre? Queste domande sono molto abituali per recuperare la password di un servizio web. Ovviamente se usi una di queste domande per il recupero della chiave, evita di pubblicare il nome del tuo cane sulla foto che pubblichi di lui.
Evita di divulgare informazioni apparentemente innocue ma che hai usato per il recupero della password. Così facendo, come succede per la data di compleanno, renderai la vita difficile a qualche hacker.

3. La tua posizione
I servizi di geolocalizzazione possono essere utili in ambito privato, ma non altrettanto in profili a cui possono accedere centinaia di persone, una cosa è pubblicare la geolocalizzazione dell’ultimo concerto in cui sei stata, un’altra è pubblicare in tempo reale dove ti trovi in ogni momento, specialmente se sei fuori di casa per vari giorni. Stai praticamente aprendo la porta di casa a possibili malintenzionati, è come dire hei in casa non c’è nessuno, potete venire a svaligiarla in tutta tranquillità!
4. Foto dei tuoi figli o di minori
In rete bisogna fare molta attenzione alle foto personali che pubblichiamo, soprattutto quando di mezzo ci vanno bambini e adolescenti. Non è un NO assoluto alla pubblicazione di foto di minori in internet, bensì un “fai attenzione”.
Puoi mostrare le foto di tuo figlio, ma con le dovute precauzioni, cioè con le opzioni di privacy alte. Su Facebook assicurati che solo i tuoi amici possano vedere le foto dei tuoi bambini e, se ci tagghi qualcuno, disattiva l’opzione di visibilità agli amici dei tuoi amici.

5. In generale qualsiasi informazione di carattere personale
È ovvio, ma mai superfluo specificarlo, non è conveniente pubblicare l’indirizzo di casa su Facebook, così come altri dati (numeri di conto, di telefono, carta di credito, ecc.), se hai bisogno di passare a qualcuno questi dati, fallo tramite la messaggeria privata.

Lascia un commento

*